BANDIERE AL VENTO

di Arianna Lorenzetto

SALETTO 1oGli sbandieratori nacquero alla fine del XIV secolo come “segnalatori” durante il periodo di guerra. La presenza della bandiera tra le truppe comunali era il segno dell’orgoglio cittadino ed esprimeva un’esigenza tattica, come punto di riferimento durante il combattimento. Gli sbandieratori, infatti, servivano per comunicare con i reparti attraverso lanci e sventolii dei vessilli, indicando, in questo modo, l’attimo più propizio per l’attacco, i movimenti da effettuare con le truppe e le fasi salienti della battaglia. Il telo della bandiera era realizzato con una striscia di stoffa o di pelle in diversi e molteplici colori, in modo tale che gli sbandieratori potessero essere riconosciuti dalle proprie truppe. Il maneggio delle bandiere era affidato a bravi militi che avevano il compito di difendere le proprie insegne sino alla morte. Dovevano essere fedeli, discreti ed ingegnosi oltre che istruiti in diverse lingue per comunicare coi nemici sul campo di battaglia. Se i nemici catturavano uno sbandieratore, questi, nonostante violenze e torture, non doveva assolutamente rivelare i segreti e i segnali che gelosamente custodiva. Una premessa ricca di passaggi affascinanti per presentarvi il Gruppo Musici & Sbandieratori di Saletto che nasce negli anni ’80, sotto la spinta dell’Associazione Palio di Montagnana, la quale incentiva i comuni limitrofi a partecipare alla sfilata del corteo storico del Palio. A distanza di trent’anni, nel 2013 nasce l’associazione “Gruppo Storico Musici e Sbandieratori & Figuranti di Saletto” con un solido progetto volto a far conoscere l’arte della bandiera, del tamburo e della chiarina come pratica sportiva, ludica e culturale. Sebbene non pubblicizzato quanto altri sport, il gioco della bandiera vive ai giorni moderni sia come attività folkloristica, storico/culturale, che come vera e propria attività sportiva. Negli ultimi anni, Il susseguirsi di buone prestazioni sia a livello agonistico che come partecipazione a manifestazioni di spettacolo fa ottenere al Gruppo un’ottima visibilità. Nel 2016 le attività del Gruppo Musici e Sbandieratori & Figuranti di Saletto sono sempre più numerose. Infatti, grazie al successo dello scorso anno nella Tenzone Argentea di Ferrara, l‘Associazione ha raggiunto la massima serie della Federazione Italiana Sbandieratori e partecipa nel 2016 alla Tenzone Aurea (categoria A1) a Bra che sarà in programma dal 9 al 11 Settembre.

SALETTO3Raggiungiamo il Presidente Paolo Girardi che ci racconta: “Questo importante traguardo è stato possibile grazie all’aiuto di tutti i soci, i sostenitori e dell’amministrazione comunale di Saletto che ha creduto nel progetto. Tuttavia gli impegni più a breve termine non mancano. Dopo le buone prestazioni del Torneo del Pellegrino di Faenza e dell’Idra di Ferrara, l’impegno agonistico più importante è verso il Campionato Veneto del 2 giugno ad Arquà Polesine (RO) che vedrà in gara il Gruppo Storico Saletto con tutti gli esercizi, compresa la suggestiva e spettacolare esibizione della Grande Squadra. Al Campionato Veneto, giunto ormai alla XXII edizione, parteciperanno tutte le compagine venete, in particolare il Gruppo di Città Murata, fresco vincitore del titolo di Campione d’Italia nel 2015 ed il Gruppo Storico di Megliadino San Vitale, coomilitante nella categoria A1.

(segue su AREA3 maggio 2016 n°65)