Franco Berrino:cibo, movimento e vita spirituale

berrino-alzheimer-cura

È un Franco Berrino raggiante quello che illustra le nuove scoperte del “Dipartimento di medicina predittiva” (un campo della medicina che permette di individuare la probabilità di sviluppare una patologia e dunque mettere a punto misure che permettano di prevenirla o di ridurre significativamente il suo impatto sul paziente ndr.) e per la prevenzione dell’Istituto nazionale dei tumori. «È vero che i nostri geni non li cambia nessuno e li abbiamo ereditati dai nostri genitori – annuncia il medico ed epidemiologo – ma possiamo modificarne il funzionamento. Come? Con il cibo innanzitutto! La dieta ideale è a prevalenza vegetale, con frutta e verdure di stagione, basata su cibi non raffinati e su una varietà di cereali integrali e legumi». Poi c’è la meditazione. «Esistono ricerche anche sugli effetti epigenetici dello yoga – precisa Berrino -: non significa che guariamo le malattie con la meditazione, ma solo che una pratica simile può servire». Dalle recenti ricerche dell’Istituto nazionale dei tumori su un gruppo di meditatori esperti che si sono sottoposti a un prelievo prima e dopo una sessione di otto ore di Mindfulness, è emerso che si inibiscono i geni dell’infiammazione e che vengono modificati anche quelli che regolano l’acetilazione degli istoni, enzimi che consentono o bloccano la lettura del Dna. Il messaggio per i pazienti? «Abbiate fiducia nei progressi della medicina e sappiate che si possono aiutare le terapie con l’alimentazione, l’attività fisica e la meditazione». Franco Berrino non si sottrae a incontri pubblici e privati, a interviste a importanti network nazionali. A questo proposito segnaliamo Quattro M per vivere a lungo. “Elisir di Lunga Vita – Mangiar sano Movimento Meditazione e Meraviglie”, iniziativa delle associazioni ViEmozioneRete e Liberamente, in collaborazione con il Comune di Vicenza, che hanno organizzato per venerdì 20 maggio, al Palasport di Vicenza, in via Carlo Goldoni 39, ore 20, una serata speciale con il professor Franco Berrino. L’evento si preannuncia particolarmente interessante perché andrà a fornire un’occasione per mettere in discussione i pregiudizi della medicina sul cibo e sullo stile di vita e perché non sarà la “solita” conferenza divulgativa, ma un incontro in cui Berrino risponderà in diretta alle domande che verranno poste dal pubblico.