La tragica scomparsa dell’imprenditore Aldo Berti

COLOGNA VENETA – Se n’è andato in maniera repentina, inaspettata, per certi versi inaccettabile. Lo scorso 17 marzo, nell’azienda di cui era titolare il figlio Daniele e in cui lavorava pure la figlia Daniela l’imprenditore Aldo Berti, 73 anni, ha avuto un grave infortunio durante un lavoretto di manutenzione ed è morto. Era salito su una scala e stava armeggiando con un cacciavite all’interno di un vecchio essiccatoio per la soia non più in uso per recuperare in pezzo da inserire su un altro macchinario. All’improvviso una staffa della scala ha ceduto e, nonostante l’uomo abbia provato a rimanere aggrappato alle pareti dell’essiccatoio è piombato a terra, battendo violentemente il capo. L’ha trovato il figlio, dopo averlo chiamato più volte senza ottenere risposta. È intervenuto pure l’elicottero del 118 di Verona, ma il trauma per il povero Berti è stato fatale.

di Paola Bosaro

(segue su #AREA3news n°85  aprile 2018)