I lavori sul ponte della Motta si avviano a conclusione

SAN BONIFACIO – La lunga attesa è terminata. Ormai è solo questione di mesi ed entro la fine dell’estate i sambonifacesi potranno finalmente vedere ultimato il nuovo ponte della Motta, un’opera che attendono da decenni. Le ultime vicissitudini che hanno riguardato il nuovo progetto risalgono al 2013. Con il Comune commissariato, il prefetto ha deciso che il ponte, ormai divenuto pericoloso per la popolazione, andava tolto e cambiato. Erano infatti troppo gravi i problemi che causava durante gli episodi di piena dell’Alpone.

Dopo numerose vicissitudini, pareri, ipotesi di progetto, richieste, i lavori sembrano ormai avviati verso la conclusione. «Noi la nostra parte l’abbiamo fatta», dicono dal Comune. «I problemi e le lungaggini sono iniziati quando abbiamo passato la palla al Genio civile».

Si sono dovuti attendere nove lunghi mesi per cavilli burocratici. In particolare, a bloccare il Genio civile, responsabile della gestione della gara d’appalto, ci hanno pensato le modifiche normative legate al Codice degli appalti. Lo scorso 9 febbraio, in municipio, c’è stata la tanto attesa firma del contratto di assegnazione dei lavori. «Ha vinto la Camero di Boschi Sant’Anna», afferma il consigliere delegato al ponte della Motta Luca Zaffaina. «È la stessa azienda che ha costruito anche il ponte di Arcole e ha assicurato che andrà spedita. A noi, adesso, non interessa in realtà che vengano anticipati i tempi di chiusura del cantiere, interessa solo che il ponte si faccia, e venga fatto bene».

Zaffaina e gli altri componenti di maggioranza possono finalmente tirare un sospiro di sollievo. Gli operai..

di Paola Bosaro

(segue su AREA3 n°75 – aprile 2017)