Lucio Penzo: Addio all’eterno presidente delle ProLoco del Basso Vicentino

Lucio Penzo

BARBARANO – MOSSANO Ha fatto presto il giro dell’intero Basso Vicentino, la notizia della scomparsa di Lucio Penzo 68 anni, morto il 30 aprile scorso, sconfitto da quella malattia che ha combattuto con lo stesso spirito che l’aveva voluto per decenni, come il “presidente eterno” delle Proloco del Basso Vicentino. 

Il guerriero del territorio vicentino ha ora deposto le armi, lasciando un vuoto che in molti hanno definito “impossibile da colmare”. Lucio Penzo: “Il precursore dello sviluppo turistico dell’area”. “Il promotore dei prodotti Berici”. “L’inventore di feste gastronomiche”. “L’accompagnatore turistico”. “L’ideatore di simposi e uliveti sperimentali”. “L’innovatore delle Proloco”. “Il rappresentante nazionale del volontariato veneto”. 

Quella che è stata inconfutabilmente una figura sfaccettata e poliedrica, si concentrava in una figura minuta e goffa, ma altrettanto granitica. «Bastava dire Lucio Penzo e dicevi Basso Vicentino!» è stato detto durante uno dei tanti commiati funebri…

di Antonio Gregolin

(segue su #AREA3news n°89 giugno 2019)