Montagnana Duomo

MONTAGNANA. APPROVATO DAL MINISTERO IL PROGETTO “GUSTA L’ARANCIONE 3.0”

Dopo aver ricevuto a Parma lo scorso settembre il premio “I Comuni del turismo all’aria aperta”, l’Amministrazione Comunale montagnanese targata Borghesan ha raggiunto un nuovo risultato

Ha ottenuto un importante successo il progetto “Gusta l’arancione”, che si è posizionato 3° in graduatoria su oltre 424 presentati in base al D.M. 13 dicembre 2010. Infatti la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per gli Affari Regionali, il Turismo e lo Sport – ha comunicato che, sulla base dalla classifica approvata, il progetto “Gusta l’arancione 3.0”, presentato nell’ambito dei “Progetti per la realizzazione e diffusione dei servizi innovativi in favore dell’utenza turistica”, è stato ammesso al finanziamento previsto dal decreto. «Un risultato che ci inorgoglisce – spiega il sindaco di Montagnana, Loredana Borghesan – e che conferma la forza della rete dell’associazione “Paesi Bandiera Arancione”. Al progetto hanno aderito ben 29 Comuni legati a questa rete, provenienti da varie regioni italiane e la spesa complessiva prevista ammonta ad oltre 1 milione di Euro, di cui 224.000 sono il contributo messo a disposizione dal Ministero tramite il D.M. 13 dicembre 2010. La restante quota è invece suddivisa tra il costo del personale destinato al progetto da ciascun Comune e l’investimento realizzato dalle imprese della filiera turistica che saranno coinvolte nel progetto stesso dalle Amministrazioni». Tale iniziativa, denominata “Gusta l’Arancione” dalla società cooperativa “Il Balcone dei Sibillini”e patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, si inserisce in una più ampia strategia di sviluppo turistico avviata nel 2009 ed è stato attuato all’interno della Regione Marche con l’obiettivo di creare un’offerta turistica a partire dalla valorizzazione delle produzioni tipiche e dell’enogastronomia. «“Gusta l’Arancione 3.0” – continua la Borghesan – è un’ estensione a livello nazionale del precedente progetto con il fine di creare un “Sistema del Tipico” che rappresenti una risorsa fatta di conoscenze e tradizioni produttive locali, capace di rispondere in modo più efficace ai nuovi trend di mercato. Tutto ciò permette anche di favorire la sostenibilità delle produzioni tipiche esaltandone le caratteristiche ed evidenziando il legame con la cultura del luogo. Con questo progetto, i Comuni che hanno ad esso aderito, tra i quali tra i più convinti vi è Montagnana, si potranno dotare di strumenti tecnologici evoluti, concepiti per rendere più efficace sia la promozione che la fruizione del ricco patrimonio a disposizione della rete dei “Paesi Bandiera Arancione”».