Montagnana più sicura con il progetto di videosorveglianza

MONTAGNANA – Territorio più sicuro grazie ad un progetto di videosorveglianza promosso dal Comune di Montagnana e finanziato dalla Regione del Veneto.

«Proprio in questi giorni abbiamo ricevuto la comunicazione della concessione di un contributo di 50 mila euro dalla Regione per il nostro progetto – spiega l’Assessore alla Sicurezza del Comune di Montagnana, Cristina Carlotta Smanio – Per noi un momento di grande soddisfazione, dal momento che con questa iniziativa andiamo a presidiare e a monitorare oltre al nostro territorio comunale anche i territori di Bevilacqua, Carceri, Casale di Scodosia, Urbana, Merlara, Castelbaldo e Masi.

A coordinare il progetto sarà operativamente il Servizio di Polizia Locale Intercomunale sul territorio del Distretto PD5A/VR4».

L’intervento è stato strutturato nell’ambito di un percorso di legalità e sicurezza, attraverso un innovativo Progetto di Videosorveglianza, Sistema di Analisi Targhe, comprensivo di allerta veicoli in transito non idonei per assicurazione, revisione, black list, in fermo amministrativo e controllo della classe ambientale. Questo si attuerà in ottica di attività di prevenzione e di repressione degli illeciti amministrativi e penali, creando così un senso di maggior sicurezza tra i cittadini.

 

(segue su #AREA3news gen-feb 2018)