rincari bollette - bollette costose - area3news

Bollette coi fiocchi

Caro-energia e inflazione gelano le aspettative e le intenzioni di acquisto per le Feste

Meno regali sotto l’albero e meno viaggi. Il caro energia influirà negativamente anche sulle spese natalizie. Il dato emerge chiaramente da un sondaggio condotto da Confesercenti. ll 29% delle persone intervistate ha messo in conto tagli pesanti su tutte le spese. Mentre il 68% prevede una riduzione degli acquisti superflui. Solo il 19% ritiene di poter lasciare invariato il budget, mentre appena il 5% incrementerà i consumi. A pesare il costo delle bollette di luce e gas, ma anche l’aumento dei prezzi che qualcuno avrebbe già rilevato. Purtroppo questo andrà a gravare sulle spese per il Natale, che solitamente sono una boccata di ossigeno per il mondo del commercio.

Più che triplicate in due anni le bollette per le famiglie italiane

bollette care - caro bollette 2023Se la vostra bolletta è ancora cartacea, allora saprete bene cosa provano gli italiani dalla metà di quest’anno quando vedono arrivare il postino: aprire la busta con dentro il famigerato bollettino postale delle utenze casalinghe, tra elettricità per mandare avanti le nostre vite e gas per riscaldarci, è divenuto causa di mal di pancia e capogiri non indifferenti.

E a buon ragione, visto che, come emerge dai dati dell’Osservatorio SOStariffe.it e di Segugio.it, negli ultimi due anni la spesa media è passata 616 a 1.963 euro per l’energia elettrica e da 1.428 a 4.400 euro per il gas. «Per quanto riguarda l’elettricità, – segnala, infatti, l’Osservatorio – si è passati da una media di 0,07 €/kWh (kilowattora) registrata nel primo trimestre del 2021 a una media di 0,33 €/kWh nel terzo trimestre del 2022, con una punta di 0,41 €/kWh nel corso del secondo trimestre dell’anno in corso».

Nemmeno le offerte più vantaggiose riescono ormai a farci risparmiare: «In questo caso, infatti, si passa da un costo di 0,03 €/kWh (primo trimestre del 2021) a 0,26 €/kWh (terzo trimestre del 2022). Nel corso del secondo trimestre del 2022 si è registrato il picco massimo di 0,28€/kWh». «Questo vuol dire che in meno di due anni, il costo più basso disponibile per l’energia elettrica è aumentato di oltre otto volte» sottolinea anche Il Sole 24 Ore.

Insomma, non c’è da ridere: col gas va anche peggio, visto che «il costo unitario del gas è aumentato da 0,15 €/Smc (standard metro cubo) a 1,11 €/Smc nel confronto tra il primo trimestre del 2021 e il terzo trimestre del 2022». Allo stesso modo limitando l’analisi al costo minimo del gas ottenibile con le migliori offerte del Mercato Libero, invece, «si è passati da 0,09 €/ Smc a 0,89 €/Smc. In questo caso, l’incremento è stato davvero importante. Il prezzo più basso disponibile sul mercato per il gas è, infatti, aumentato di circa 12 volte nel periodo considerato».

di Giuliana Corsino

continua su AREA3news n136 di dicembre 2022