Skip to main content

Martina Buttaci: L’esperienza alla 82° edizione di Miss Italia

Martina Buttaci, studentessa universitaria di 21 anni di Noventa Vicentina, è Miss Miluna Veneto 2021. Martina si è aggiudicata il prestigioso titolo nella finale regionale di Miss Italia, che si è tenuta il 25 agosto 2021 presso la Baia del Forte a Venezia, riuscendo così a partecipare di diritto alle fasi prefinali dell’82esima edizione del concorso nazionale. Le abbiamo chiesto di raccontarci la sua esperienza a Miss Italia rivolgendole alcune domande.

Martina, come è nato il desiderio di partecipare a “Miss Italia”? «Ho sempre seguito il concorso, così quando mi è comparso sul telefono un annuncio pubblicitario che invitava a iscriversi per le selezioni dell’ottantaduesima edizione, ho deciso di provare questa esperienza. Era la primavera del 2021. All’epoca facevo la barista, ma ero a casa a causa delle restrizioni dovute al Covid. Mi sono iscritta quasi per gioco, senza particolari aspettative».

In seguito all’iscrizione cosa è successo? «Dopo aver ricevuto l’iscrizione, gli organizzatori mi hanno chiamata per una prima selezione, che è avvenuta a Solesino, il 7 agosto 2021. Mi sono classificata al quarto posto, aggiudicandomi l’ammissione alle finali regionali di Miss Italia. Il 25 agosto 2021, presso la “Baia del Forte” a Venezia, ho sfilato con altre trentatré ragazze, vincendo il titolo di Miss Miluna Veneto. Questo mi ha permesso di accedere alle prefinali nazionali di Miss Italia, che si sono svolte alla fine di novembre Martina Buttaci 2021, a Roma. Purtroppo non sono rientrata tra le venti finaliste e la mia avventura al concorso si è conclusa».

Cosa si prova a vincere un titolo regionale e a qualificarsi alle fasi finali di “Miss Italia”? «È stata un’emozione fortissima vincere il titolo di “Miss Miluna Veneto”. Durante la finale regionale mi sentivo tranquilla e si- L’esperienza alla 82° edizione di Miss Italia cura di aver dato il meglio di me, tuttavia al momento della premiazione mi sono commossa. In seguito, non vedevo l’ora di partecipare alle selezioni prefinali, che sono avvenute solo a novembre, a causa di ritardi dovuti al Covid. Nelle selezioni di Roma ero fin troppo emozionata e questo non ha giocato a mio favore. Infatti, non sono stata scelta tra le finaliste».

Continua su AREA3news n136 di dicembre 2022

 

La Casa di Riposo “Cà Arnaldi” riapre le porte

Dopo la chiusura al pubblico a causa della pandemia, la Casa di Riposo “Cà Arnaldi” di Noventa Vicentina ha ripreso a programmare e garantire le visite settimanali ai parenti degli ospiti e il servizio educatori ha ricominciato a organizzare alcune iniziative, riprendendo contatto con il territorio locale attraverso le scuole, le associazioni di Clown Terapia o la celebrazione delle Messe in alcuni momenti particolari. L’educatrice Ilaria Alberti ci illustra alcuni di questi incontri: «Nella giornata del 24 settembre scorso, dedicata a “Veneto Legge 2021”, gli anziani di “Cà Arnaldi” hanno ricevuto la visita degli studenti dell’Istituto Comprensivo “Fogazzaro” di Noventa Vicentina, che hanno letto per loro il racconto “Alice nel Paese delle meraviglie”, interpretando i vari personaggi della storia. La mattinata si è svolta nel parco della struttura, dove anziani e ragazzi hanno potuto incontrarsi e conoscersi. In mezzo a loro c’era anche l’installazione migrante “uMani”, ideata dallo scrittore Flavio Pagano e disegnata da Raffaella Megliola, che rappresenta mani grandi e piccole a rappresentare l’incontro intergenerazionale, presenti anche nel logo del progetto “Erasmus” dal titolo “Connecting ages to shape future” che l’Istituto “Fogazzaro” porta avanti coinvolgendo “Cà Arnaldi”. Il 9 ottobre, invece, i Clown dell’Associazione “Mano di Luce” hanno animato il pomeriggio dei nostri ospiti. Per entrare in contatto con gli anziani hanno dovuto esibire il Green Pass…

di Paola Totis

continua su area3NEWS n124 di novembre 2021

Le cromie di Feliciano illuminano Noventa

Una nuova mostra d’arte fare da cornice all’ottobre noventano, con i colori dell’artista Feliciano Dal Prà. Attivo nel panorama artistico da molti anni, Feliciano si esprime con opere che lasciano al visitatore la bellezza di un’arte che si fa introspezione e dove ognuno coglie le sfumature della propria esistenza. Così il prof. Renzo Zoia, critico d’arte e co-curatore della mostra: «Feliciano Dal Prà si può affiancare a quegli artisti contemporanei che, con il colore, hanno rivoluzionato la visione accademica della pittura tradizionale. Nonostante la molteplicità dei temi trattati nella sua complessa ispirazione rivolta alle antiche civiltà e all’analisi simbolica dello spirito umano, quello che caratterizza il suo lavoro è la ricerca di un linguaggio colto e sempre mutevole. Esso genera l’immagine, il dipinto, che è strettamente funzionale alla creazione espressiva anche quando sfugge alla nostra immediata comprensione». E il prof. Zoia continua ponendo l’accento proprio sul colore: «Ma più che il disegno o la forma, l’elemento che lo evidenzia e lo qualifica è il colore, anche se spesso è celato dai materiali o mescolato in stesure policrome. A questa mostra antologica dell’anno 2021, che pur rappresenta una sintesi dei contenuti affrontati in tanti anni di lavoro, ben si addice il titolo di “Cromie”, inteso a focalizzare la stesura del pigmento, l’accostamento delle tinte, l’esaltazione o la riduzione cromatica, dietro le quali si accentuano o si smorzano le emozioni dell’artista. In Feliciano, dunque, il colore perde gradatamente il suo valore simbolico e diventa esso stesso forma e luce di quanto rappresentato. E questo accade soprattutto nell’uso del rosso, del nero e del bianco, come a dire dell’incendio cromatico, dell’astrazione concettuale e dell’indagine meta….

di Arianna Lorenzetto

continua su AREA3NEWS n123 di ottobre 2021

NOVA GENS. Salvato il blasone, si riparte da zero.

La Nova Gens di Noventa Vicentina salva il proprio blasone e torna in campo ripartendo dalla Terza Categoria. E’ questo il frutto di una delicata mediazione iniziata da tempo, dopo che la società (che milita in Seconda Categoria) aveva manifestato attraverso il proprio presidente Graziano Besaggio, all’Amministrazione Comunale, le grandi difficoltà determinate dalla pandemia e dalla situazione economica. Da allora si sono aperte diverse ipotesi per rilanciare…

di Maurizio Pilon

continua su Area3News  n.122 di settembre

Nuovo premio per “l’Istituto Masotto”

NOVENTA VICENTINA – In occasione della giornata di “Festa del Popolo Veneto”, istituita con Legge Regionale n. 8/2007 per celebrare la fondazione di Venezia, della quale ricorre quest’anno l’anniversario di ben sedici secoli, si è tenuta in diretta streaming, nella mattinata di giovedì 25 marzo, la premiazione virtuale della 10a edizione del Concorso “Tutela, Valorizzazione e Promozione del Patrimonio Linguistico e Culturale Veneto” promosso dall’UNPLI e dalla Regione Veneto. Il progetto, realizzato dalla classe 5a BS del Liceo delle “Scienze Umane” dell’Istituto “U. Masotto” di Noventa Vicentina, è intitolato “Alla scoperta dei Sapori Veneti”. 

Ce ne parla la prof.ssa Federica Doliman 

Noventa non si ferma

I mesi scorsi hanno rallentato i lavori pubblici previsti a Noventa Vicentina, ma con la Fase 2 relativa all’emergenza COVID-19, si riprendono le attività che avevano subito lo stop forzato.

Sistemazione strade, asfaltature, proseguimento di vie ciclabili: i lavori sono stati ripresi in considerazione e quindi si può ripartire con la nuova programmazione dei cantieri.

Il sindaco di Noventa, dottor Mattia Veronese così commenta lo stato degli interventi: «L’emergenza sanitaria ha rallentato la programmazione di alcuni cantieri. Ma ora si riparte con alcuni interventi sulla viabilità. Dopo la nuova asfaltatura di via Palladio, si è proceduto alla riasfaltatura di via Broli. Altre asfaltature sono in programma lungo le strade interessate da importati lavori di sistemazione della rete fognaria ad opera della Società Viacqua S.p.A. Attualmente ricordiamo che è presente un cantiere per opere fognarie in zona Are e Crearo». 

Per quanto riguarda i marciapiedi, così commenta il sindaco Veronese: «Anche alcuni marciapiedi sono oggetto di sistemazione: concluso l’intervento su via XXVIII Aprile, si interviene in via Roma. Conclusi questi lavori (in parte finanziati con contributo regionale) ci sarà una valutazione (risparmi e risorse bilancio) per altri interventi in vie con marciapiedi ammalorati».

di Arianna Lorenzetto

A tu per tu con il sindaco Mattia Veronese

La Giunta al completo; alla destra del sindaco Veronese gli assessori Ruffin e Pelligrin, alla sinistra il vice sindaco Candeo e l’assessore Borotto

NOVENTA VICENTINA – Abbiamo incontrato il nuovo Sindaco di Noventa Vicentina, il dottor Mattia Veronese, a circa un mese dall’elezione.

Sindaco Veronese, eccoci pronti per ripartire con la sua Amministrazione Comunale: a chi sono andati gli Assessorati?

«La squadra è composta da persone competenti e motivate. La funzione del Vice Sindaco viene ricoperta da Barbara Candeo che è anche delegata a cultura, istruzione, scuole (comprese le materne e gli asili), comunicazione e redazione del periodico dell’Amministrazione Comunale “Il tuo Comune”.Simone Pellegrin, invece, ha delega per l’urbanistica, arredo urbano, cimitero, protezione civile, aree verdi, raccolta differenziata ed ecocentro e rapporti con i consorzi. Il medico Tina Ruffin è assessore alla sanità, rapporti con ospedale, casa di riposo, gli enti del sociale privato come Fondazione Stefani e Cooperativa Casa Bianca, rapporti con ULSS e il mondo della sanità in generale. Paolo Borotto è assessore al bilancio, rapporti con associazioni di categoria (artigiani, commercianti, imprese e agricoltori) e alle attività sportive. Tutte le altre deleghe sono in capo al Sindaco. Seguirò anche il sociale insieme alla dott.ssa Ruffin, i lavori pubblici, la sicurezza, la polizia locale, il personale, gli affari generali, i rapporti con la stampa e gli enti».

di Arianna Lorenzetto

(segue su #AREA3news n°99 lug_ago 2019)

Ci sono atmosfere e ci sono “Altre Atmosfere”

Silvio Zago

NOVENTA VICENTINA – Interessante e originale la mostra d’arte collettiva che si terrà a Noventa dal primo al 16 giugno dal titolo “Altre Atmosfere”. L’esposizione è promossa dal Comune di Noventa Vicentina in collaborazione con l’Associazione Nodo Insolito cenacolo artistico. L’iniziativa vede protagoniste quattro artiste del Gruppo “Altra dimensione” attivo a Rovigo: Orianna Astolfi, Sandra Bernecoli, Teresa Felisati e Nora Ferriani, tutte frequentanti il laboratorio di Silvio Zago, noto pittore di Cavarzere (VE).

Quattro donne accomunate dalla passione per il colore, le forme, le figure, ma soprattutto dal desiderio di esprimere se stesse attraverso la pittura. Quattro donne con diversa sensibilità e modalità espressiva, che pur provenendo dal medesimo laboratorio artistico, mostrano la loro diversità…

di Arianna Lorenzetto

(segue su #AREA3news n°98 giugno 2019)

L’app “Taskabile”: la tecnologia a servizio dell’autonomia

NOVENTA VICENTINA In occasione della Giornata Mondiale di Consapevolezza dell’Autismo che ricorre il 2 aprile, la Fondazione “Stefani”, con il patrocinio del Comune di Noventa Vicentina, ha organizzato un convegno di presentazione della nuova App “TaskAbile”, uno strumento digitale per facilitare la comunicazione e l’autonomia delle persone con disabilità intellettiva e relazionale, in particolare dei soggetti con Disturbi dello Spettro Autistico, una condizione neurologica e una disabilità dello sviluppo che dura tutta la vita e che influisce sulla comunicazione sociale dell’individuo e sul suo rapporto con le persone e con la sua esperienza del mondo. 

In occasione della Giornata Mondiale di Consapevolezza dell’Autismo che ricorre il 2 aprile, la Fondazione “Stefani”, con il patrocinio del Comune di Noventa Vicentina, ha organizzato un convegno di presentazione della nuova App “TaskAbile”, uno strumento digitale per facilitare la comunicazione e l’autonomia delle persone con disabilità intellettiva e relazionale, in particolare dei soggetti con Disturbi dello Spettro Autistico, una condizione neurologica e una disabilità dello sviluppo che dura tutta la vita e che influisce sulla comunicazione sociale dell’individuo e sul suo rapporto con le persone e con la sua esperienza del mondo. 

Durante la mattinata del 6 aprile, dopo i saluti degli assessori Mattia Veronese e Simonetta Formenton e l’introduzione del coordinatore della Fondazione “Stefani”, Andrea Bonato, il Teatro Modernissimo ha ospitato l’ideatrice di questa App…

di Paola Totis

(Segue su #AREA3news n°97 maggio 2019)

Profumo di primavera tra fiori, arte, e… vita

Villa Barbarigo a Noventa Vicentina

Fiori, profumi, colori, arte e vita: questa è “Noventa in fiore” che apre di consueto la stagione primaverile e quest’anno l’evento, organizzato dall’Amministrazione Comunale per celebrare il risveglio della natura, rispetto alle passate edizioni, si anticipa già a marzo per non far perdere ai concittadini nessuna opportunità di trovare nella comodità della piazza e delle vie del centro le prime piante da rinvaso o i più originali fiori stagionali da portare nelle nostre case. 

Il centro storico si animerà di bancarelle a tema con una ricca offerta di prodotti florovivaistici e di attrezzi per il giardinaggio ma non mancherà una ricca offerta di prodotti agricoli, specie stagionali, e l’arte locale per arricchire l’esposizione comples¬siva e dare a noi tutti il rilassante piacere di una passeggiata dome¬nicale per le vie del paese.

L’evento si caratterizza anche per una serie di iniziative collaterali, culturali o di intrattenimento, ed il mese di marzo diventa un ricco contenitore di appuntamenti all’interno dei quali non sarà difficile trovare qualcosa di piacevole e interessante.

Ovviamente il clou sarà domenica 31 marzo con negozi aperti tutto il giorno e stand gastronomico della Pro loco.

di Arianna Lorenzetto