Mucca Casolina

Il progetto di educazione alimentare “Mucca Casolina”

di Paola Salata

Grazie alla ormai decennale collaborazione della biblioteca civica con l’attore teatrale Pino Costalunga e al lavoro sinergico di Fondazione AIDA di Verona con il Consorzio Tutela Formaggio Asiago è stato possibile proporre anche a Gambellara il progetto di educazione alimentare “Mucca Casolina”. Attraverso il racconto animato di una fiaba scritta da Pino Costalunga sono stati svelati ai ragazzi i segreti del formaggio Asiago DOP e si è potuto parlare dell’importanza di una sana e corretta alimentazione, tema tra l’altro alquanto attuale visto l’importante evento di EXPO 2015.
L’iniziativa si è svolta mercoledì 27 maggio 2015. Al mattino, presso la scuola “Don A. Vignato” di Gambellara l’attore teatrale Gioele Peccenini ha raccontato la storia agli alunni della primaria, spiegando loro  le diverse tappe della produzione del formaggio: dalla mungitura alla stagionatura passando per la cagliatura. Nel pomeriggio, presso le Barchesse di Palazzo Cera si è passati “dalla teoria alla pratica”: il progetto di educazione alimentare “Mucca Casolina” – aperto questa volta a tutti – ha proposto ad adulti e bambini un insolito e coinvolgente laboratorio di caseificazione nel corso del quale il casaro Massimo Gonzati, ha fatto vedere come il latte si trasforma e divenga formaggio: nel tardo pomeriggio i 100 lt. di latte utilizzato hanno consentito di ottenere una forma di ben 10 kg. di formaggio, pronta per essere stagionata.
Il progetto in argomento, che ha percorso in 5 mesi 8 province diverse tra Vicenza, Treviso, Padova, Trento, Verona, Rovigo, Mantova e Brescia, si è concluso proprio a Gambellara, offrendo ai ragazzi la bellissima opportunità di conoscere una delle tradizioni alimentari del nostro territorio.
L’obiettivo di conciliare la promozione della lettura con l’educazione alimentare è stato decisamente raggiunto!