Casa Di Riposo

La Casa di Riposo “Cà Arnaldi” riapre le porte

Dopo la chiusura al pubblico a causa della pandemia, la Casa di Riposo “Cà Arnaldi” di Noventa Vicentina ha ripreso a programmare e garantire le visite settimanali ai parenti degli ospiti e il servizio educatori ha ricominciato a organizzare alcune iniziative, riprendendo contatto con il territorio locale attraverso le scuole, le associazioni di Clown Terapia o la celebrazione delle Messe in alcuni momenti particolari. L’educatrice Ilaria Alberti ci illustra alcuni di questi incontri: «Nella giornata del 24 settembre scorso, dedicata a “Veneto Legge 2021”, gli anziani di “Cà Arnaldi” hanno ricevuto la visita degli studenti dell’Istituto Comprensivo “Fogazzaro” di Noventa Vicentina, che hanno letto per loro il racconto “Alice nel Paese delle meraviglie”, interpretando i vari personaggi della storia. La mattinata si è svolta nel parco della struttura, dove anziani e ragazzi hanno potuto incontrarsi e conoscersi. In mezzo a loro c’era anche l’installazione migrante “uMani”, ideata dallo scrittore Flavio Pagano e disegnata da Raffaella Megliola, che rappresenta mani grandi e piccole a rappresentare l’incontro intergenerazionale, presenti anche nel logo del progetto “Erasmus” dal titolo “Connecting ages to shape future” che l’Istituto “Fogazzaro” porta avanti coinvolgendo “Cà Arnaldi”. Il 9 ottobre, invece, i Clown dell’Associazione “Mano di Luce” hanno animato il pomeriggio dei nostri ospiti. Per entrare in contatto con gli anziani hanno dovuto esibire il Green Pass…

di Paola Totis

continua su area3NEWS n124 di novembre 2021