Stefano Raimondi E1637417201869

Le sette meraviglie di STEFANO RAIMONDI

«Entravo per la prima volta in acqua a cinque anni e oggi, nonostante tutto, sono sull’Olimpo!. Questa disciplina è stata per me un’occasione di rinascita, perché proprio attraverso lo sport sono tornato a camminare»

Stefano Raimondi fin da giovane coltiva una passione incredibile per lo sport. In particolare era un appassionato calciatore. Ma ad appena 15 anni subisce un incidente con lo scooter che gli compromette irrimediabilmente la gamba. Nonostante lo scoraggiamento iniziale non si ferma, entra in acqua ottenendo in tempi brevi risultati eccellenti: primati italiani negli stile libero, delfino e rana. A Dublino il suo primo oro, nei 100 rana, è totalmente dedicato ai genitori. Si allena con la Verona Swimming Team e GS Fiamme Oro. L’impegno di Stefano Raimondi non si ferma allo sport. Il ragazzo si impegna nell’incontro con i ragazzi nelle scuole per infondere fiducia ed incitare a vedere sempre oltre, soprattutto oltre la disabilità perché nonostante tutto si possono sempre fare cose straordinarie. Stefano Raimondi studia Scienze motorie e le sue passioni continuano ad essere le moto e i motori. Tokyo2020 è la sua prima paralimpiade.

di Federico Vaccari

continua su AREA3news n123 di ottobre 2021