Mario Percali

Mario Percali e la sua How Gee

La sua How Gee è diventata parte della colonna sonora del film House of Gucci (in cui la protagonista è la star Lady Gaga), ma con i suoi sintetizzatori ha anche creato suoni che hanno cavalcato gli anni 80 e 90 con milioni di copie vendute, “ispirando” anche icone come Freddie Mercury dei Queen.

Un cast stellare, una storia di un’Italia opulenta che ormai non esiste più – quella che tra gli anni 80 e 90 teneva in pugno il mondo dell’alta moda – e del controverso caso della morte di Maurizio Gucci e della mandante dell’omicidio, Patrizia Reggiani, la Lady Gucci che la stampa italiana soprannominò “la vedova nera”: una donna che continua a far parlar di sé, interpretata nella trasposizione hollywoodiana della vicenda House of Gucci da una magistrale Lady Gaga, con Adam Driver al suo fianco nei panni del marito Maurizio Gucci. House of Gucci ha infatti riunito dei giganti del cinema internazionale e li ha immersi dentro ad una ricostruzione di quei tempi d’oro (e di sangue). Ad affiancare gli “artifizi” di Hollywood è una colonna sonora di tutto rispetto, variegata e coinvolgente: alla voce di Pavarotti si alternano gli acuti quasi angelici di Donna Summer in I Feel (in un pezzo di Moroder che a metà anni 70 cambiò il mondo della musica), mentre Blue Monday dei New Order risuona di anni 80 con una freschezza ancora potente. E lì, in quell…

continua su AREA3News n 127 di Febbario 2022