Skip to main content

Tag: #area3 #areaberica #noventavicentina

La 532ª Fiera di Lonigo

LONIGO – Si è chiusa con successo la 532° fiera di Lonigo, superando anche gli ottimi risultati dell’edizione precedente nella quale si era registrato un forte incremento di presenze.

Nei quattro giorni fieristici, la città di Lonigo ha messo in mostra il meglio di sé: dalle imprese del territorio, ai prodotti tipici, alle scuole e all’associazionismo, con particolare riguardo al mondo dell’agricoltura. La conferma del grande successo si poteva già notare anche dal numero di auto che nel pomeriggio di domenica hanno occupato ogni parcheggio disponibile in centro e in periferia. Vincente la scelta di suddividere in “Corti” i vari settori interessati dalla fiera: l’artigianato, l’agricoltura, il giardinaggio, la viticoltura, l’edilizia, il tempo libero e l’enogastronomia. Soddisfazione anche per la grande affluenza agli stand allestiti dagli agricoltori di Amatrice ospitati in Piazza Matteotti nella Corte del Contadino.

«Un successo – conferma l’assesore alla Fiera Flavio Mirandola – che ha superato anche la fiera 2017, nella quale si era pure registrato un forte incremento di presenze. Il conta-persone installato all’entrata del capannone principale ha indicato per la sola giornata di domenica il passaggio di 52 mila visitatori. Aggiungendo gli altri tre giorni dell’evento e le sezioni espositive situate fuori del Parco Ippodromo, possiamo affermare di aver certamente superato centomila presenze».

(segue su AREA3news n°85 aprile 2018)

A spasso tra i continenti

Continuano gli interessanti incontri promossi dal Comune di Noventa Vicentina, che ci portano alla scoperta dei continenti. Dopo la serata dedicata a New York del febbraio scorso, il secondo appuntamento del ciclo “A spasso per tre continenti” ci condurrà il primo di marzo in uno scenario completamente diverso, ma non meno suggestivo: quello del Ladakh, estremo lembo settentrionale dell’India noto anche come il “piccolo Tibet”, sullo sfondo delle altissime vette himalayane. Ladakh è terra di valichi, arido altipiano che rappresenta l’estrema punta a nord dell’India al confine con la Cina e il Pakistan. Chiuso a sud dalla catena himalayana, è il proseguimento dell’altipiano tibetano di cui conserva intatti i caratteri geografici e culturali, tanto da meritarsi giustamente l’appellativo di “piccolo Tibet”. Nelle valli c’è il verde degli appezzamenti coltivati ad orzo; lungo i corsi d’acqua prosperano pioppi e betulle; sui pendii le case sono arroccate l’una all’altra; i solenni e severi monasteri sembrano altari nati spontaneamente dalla roccia. Le valli Nubra, che si spingono sin sotto i contrafforti del Karakorum, con la religiosità di un tempo che riporta questa terra alle sue origini, il Tibet. L’eccezionale trasparenza e luminosità dell’aria si accompagna a nubi che sembrano galoppare. Il lago Tso Moriri, il “lago delle montagne”, circondato da montagne altissime, coperte da ghiacciai, è nel cuore della regione del Rupshu, l’altopiano dell’Himalaya tibetano dell’India abitato dai tenaci nomadi Khampa…

di Arianna Lorenzetto

(segue su AREA3 n°74 – marzo 2017)

Il caso dell’Imam espulso da Noventa

«Un fulmine a ciel sereno per Noventa Vicentina!» Cosi ha commentato il primo cittadino Marcello Spigolon l’espulsione dell’Iman dal centro di cultura e preghiera islamica “Asonna”, in via delle Arti 12 rimbalzato in tutte le cronache nazionali

Jpeg
Jpeg

Classe 1964, marocchino, Mohammed Madad padre di due maschi rispettivamente di 7 e 14 anni e due figlie una delle quali l’aveva chiamata Jihad è stato il coordinatore degli Iman dagli ultimi mesi del 2015, ruolo che è venuto meno con l’espulsione voluta dal Ministero dell’Interno con divieto di reingresso nel bel Paese per 15 anni con l’accusa di essere una minaccia per lo Stato e in grado di compiere attività terroristiche. Mohammed Madad era in Italia dal 4 agosto 1990: «Secondo le indagini svolte dalla Digos» continua il Sindaco Spigolon «c’erano gli elementi sufficienti per sostenere la vicinanza all’estrema ideologia più estremista e radicale, da qui la volontà di espellerlo immediatamente imbarcandolo per Fiumicino e quindi in Marocco. A dare la segnalazione sono stati gli stessi membri del centro culturale». «Fa sicuramente piacere» -incalza ancora Spigolon- «sapere che una realtà piccola come Noventa sia comunque monitorata agli stessi livelli di realtà e di moschee ben più grandi che si possono trovare in città; tutto ciò ci dà sicurezza nonostante il livello di attenzione è da tenersi alto».

Una delle due figlie l’ha chiamata Jihad, che a quanto pare è un nome comune in Marocco. Comunque a quanto risulta agli atti a far scattare l’espulsione sarebbero stati i suoi sermoni e la sua vicinanza all’ideologia estremista di matrice salafita. Ora dovranno passare 15 anni prima che rimetta piede in Italia: ha infatti il divieto di reingresso. Dalle indagini svolte dai poliziotti della Digos è emersa una sua vicinanza all’ideologia più estremista….

(segue su AREA3 n°68 – settembre 2016)

di A.Pasi

LA KERMESSE “ANZIANI IN GIOCO” COMPIE 10 ANNI

NOVENTA_anziani copia350 ospiti provenienti da 10 Case di Riposo del territorio hanno dato vita alla decima edizione di “Anziani in gioco” eleggendo come Location il Paese di Noventa Vicentina. Operatori, anziani, accompagnatori, volontari e famiglie hanno ricreato una situazione di festa tra: giochi, musica e divertimento all’interno della tensostruttura di via dei Martiri. L’Amministrazione Comunale, intervenuta all’evento nella figura del Vicensidaco Mattia Veronese e dell’Assessore Simonetta Formenton, non ha perso occasione per ringraziare lo staff della Proloco, sempre sensibile ed attiva sia per le iniziative della cittadina all’ombra dei Colli Berici e sempre disponibile a prestarsi per motivi sociali. L’altro doveroso ringraziamento è stato invece rivolto al prezioso contributo delle penne nere, gli Alpini, anche loro orgogliosamente sempre in prima linea al fine di fare del bene e altrettanto caloroso è stata la nota di compiacimento nei confronti della protezione Civile. Un grazie particolare è stato riservato al direttivo e al personale dell’IPA Cà Arnaldi, casa di riposo ospitante dell’evento che nel corso dell’anno è risultata anche vincitrice nei giochi a squadra! Una scommessa vinta, una vittoria con la “V” maiuscola, un omaggio alla convivialità, tutto questo e ben altro è stato “Anziani in gioco”; ora si guarda già avanti e ci si proietta alla XI edizione che si terrà a Montegaldella.

di Attila Pasi

TMA: TERAPIA MULTISISTEMICA IN ACQUA

di Attila Pasi

Noventa TMA2 copiaIl Teatro Modernissimo di Noventa Vicentina, nella giornata del 22 aprile è stato sede del convegno:” TMA, Terapia Multisistemica in Acqua”, un approccio adattato per il disturbo dello spettro autistico e che si sta diffondendo lungo tutto lo stivale. Un convegno di altissimo profilo, con medici di livello, riguardante una nuova ed alternativa terapia dedicata a bambini e giovanissimi affetti da autismo. Ad orchestrare il tutto e a tessere la regia del convegno è intervenuta la Cooperativa Alba che ripropone la terapia nella struttura natatoria “Nè mo all’Oasi” di Colloredo; un appuntamento socio-sanitario sostenuto dall’Amministrazione comunale e patrocinato dallaRegione. Tra i medici presenti ed esperti della “TMA” anche il Dottor Roberto Tombolato direttore U.O.C.dell’Ulss 6 di Vicenza e staff a seguito. Durante il convegno è emerso come l’acqua diventa un attivatore emozionale per i bambini autistici, un metodo per modificare e andare ad incidere sulla aggressività di questi ultimi ed instaurare una maggiore comunicazione. Il piacere di muoversi in un fluido e di fare attività in un liquido permette e favorisce l’approccio con il paziente; ovviamente in acqua entra con il paziente anche un terapeota formato dall’T.M.A. A seguito del convegno tutti i presenti sono stati invitati a vedere, presso la struttura di Colloredo, la relativa parte pratica ampliamente spiegata al teatro Modernissimo. <<La piscina quando è stata realizzata è stata pensata come opportunità di inclusione sociale per chi ha delle disabilità>> ha confermato il Presidente della Cooperativa Sociale l’ Alba Massimiliano Peruffo. L’ Amministrazione di Noventa riconferma ancora una volta di essere sensibile al tema dell’autismo infatti già il 28 gennaio è stato realizzato un appuntamento aperto alla cittadinanza sul tema in collaborazione con l’Ulss 6.