Skip to main content

Tag: #area3#sanbonifacio #arcole #museo napoleonico

Inaugurata la scuola dei record: nuove medie in meno di 4 mesi

ARCOLE_scuolaÈ stato un 7 maggio indimenticabile quello vissuto dalle famiglie arcolesi con figli in età scolare. È stata infatti inaugurata – dopo solo 100 giorni di lavoro – la nuova scuola media «Aldo Moro» di Arcole. L’edificio, moderno, antisismico, in classe energetica A +, attrezzato per le nuove tecnologie, ha preso il posto del vecchio plesso che è stato completamente raso al suolo dalle gru. È quello che si dice un istituto modello. Per festeggiare l’avvenimento, gli alunni con i loro flauti hanno eseguito nell’auditorium della nuova scuola un concerto, diretto dall’insegnante Paolo Simonetti. I ragazzi hanno suonato alcune colonne sonore di film e hanno proposto anche canzoni di musica pop e di musica leggera, per concludere con «Aggiungi un posto a tavola», dalla celebre commedia musicale italiana di Garinei e Giovannini con musiche di Armando Trovajoli. La nuova scuola è costata 3,3 milioni di euro. Due milioni sono stati finanziati dalla Banca Europea per gli investimenti, mentre la spesa restante è stata coperta con fondi propri del Comune di Arcole. La struttura è distribuita su un unico piano e ha una particolare forma a foglia, a significare la vita, la crescita, il contatto con l’ambiente circostante, l’unione fra il tutto e le sue parti. L’edificio si compone di dodici aule, quattro laboratori (musica, arte, informatico-linguistico e tecnologico-scientifico), un auditorium con accesso indipendente, un giardino interno, una sala mensa e gli uffici di presidenza e della segreteria. Ogni aula, ogni spazio e ogni vano è caratterizzato da un colore diverso. Al centro del nuovo plesso scolastico è stato realizzato un giardino interno davvero originale, con tanto di cascata, alberi e fiori. Sul fondo la gigantografia dell’obelisco napoleonico, monumento simbolo del paese. Il parroco di Arcole don Diego Castagna ha benedetto la struttura. Oltre al sacerdote, al sindaco uscente Alessandro Ceretta, ai ragazzi con i loro genitori, agli insegnanti e al personale non docente, erano presenti al taglio del nastro pure il consigliere regionale Giovanna Negro, il sindaco di Verona Flavio Tosi, il parlamentare Matteo Bragantini e il dirigente scolastico Maurizio Bianchi. Presto verrà consegnata agli alunni anche la palestra ristrutturata. Con la consegna delle nuove medie, sono state messe a norma, rifatte o ampliate tutte le scuole di Arcole e Gazzolo, per un totale di investimenti dell’amministrazione comunale che tocca gli 8 milioni di euro.

di Paola Bosaro

INAUGURATO IL “MUSEO di ARCOLE E DELLA BATTAGLIA”

di Paola Bosaro

Nuova ala, reperti e documenti inediti nel Museo Napoleonico

Arcole museo IMG_9345È stato inaugurato lo scorso 30 aprile, ad Arcole, il Museo napoleonico ampliato e rinnovato. Ad aprile si sono conclusi i lavori di ampliamento dell’edificio che ospita la collezione donata al paese da Gustavo Alberto Antonelli nel 1982, architetto da cui il museo prende il nome. Accanto alla parte storica del museo ne è stata edificata un’altra, in legno, dove sono state collocate bacheche con reperti storici dall’età romana a quella medievale e veneziana, fino ad arrivare a documenti relativi al Settecento e all’epoca napoleonica. Sono state eliminate le barriere architettoniche. È stata creata un’area di accoglienza per le comitive e le scolaresche con una dotazione multimediale, i servizi igienici e la biblioteca con materiale librario inedito. Quest’ultima raccolta di libri sul periodo napoleonico e sulle gesta del generale corso, di proprietà del Comune, finora «non era mai stata consultabile per carenza di spazi adeguati per l’esposizione», ha spiegato il vicesindaco Alessandro Ceretta precisando che l’opera si chiamerà “Museo di Arcole e della Battaglia”Queste non sono le uniche novità», aggiunge Ceretta. «Ha trovato collocazione nel nuovo complesso museale la pure la biblioteca napoleonica, ossia la dotazione di libri sul periodo napoleonico e sulle gesta del generale corso, di proprietà del Comune, che finora non era mai stata consultabile per carenza di spazi adeguati per l’esposizione»
Arcole museo IMG_9347

Il costo per la sua realizzazione è stato di 262.500 euro. Altri 60 mila euro sono serviti per sistemare gli spazi esterni, con il nuovo parcheggio pubblico a servizio del museo, che tornerà molto utile anche alla parrocchia e ai fedeli che vanno in chiesa, essendo a ridosso della parrocchiale di San Giorgio e dell’oratorio. «Quest’opera, che porterà visitatori, studenti.