TMA: TERAPIA MULTISISTEMICA IN ACQUA

di Attila Pasi

Noventa TMA2 copiaIl Teatro Modernissimo di Noventa Vicentina, nella giornata del 22 aprile è stato sede del convegno:” TMA, Terapia Multisistemica in Acqua”, un approccio adattato per il disturbo dello spettro autistico e che si sta diffondendo lungo tutto lo stivale. Un convegno di altissimo profilo, con medici di livello, riguardante una nuova ed alternativa terapia dedicata a bambini e giovanissimi affetti da autismo. Ad orchestrare il tutto e a tessere la regia del convegno è intervenuta la Cooperativa Alba che ripropone la terapia nella struttura natatoria “Nè mo all’Oasi” di Colloredo; un appuntamento socio-sanitario sostenuto dall’Amministrazione comunale e patrocinato dallaRegione. Tra i medici presenti ed esperti della “TMA” anche il Dottor Roberto Tombolato direttore U.O.C.dell’Ulss 6 di Vicenza e staff a seguito. Durante il convegno è emerso come l’acqua diventa un attivatore emozionale per i bambini autistici, un metodo per modificare e andare ad incidere sulla aggressività di questi ultimi ed instaurare una maggiore comunicazione. Il piacere di muoversi in un fluido e di fare attività in un liquido permette e favorisce l’approccio con il paziente; ovviamente in acqua entra con il paziente anche un terapeota formato dall’T.M.A. A seguito del convegno tutti i presenti sono stati invitati a vedere, presso la struttura di Colloredo, la relativa parte pratica ampliamente spiegata al teatro Modernissimo. <<La piscina quando è stata realizzata è stata pensata come opportunità di inclusione sociale per chi ha delle disabilità>> ha confermato il Presidente della Cooperativa Sociale l’ Alba Massimiliano Peruffo. L’ Amministrazione di Noventa riconferma ancora una volta di essere sensibile al tema dell’autismo infatti già il 28 gennaio è stato realizzato un appuntamento aperto alla cittadinanza sul tema in collaborazione con l’Ulss 6.