Copertina Libro Pastorello

“TRA IL CUORE E L’ORIZZONTE” C’È LA CONSAPEVOLEZZA DELLA BELLEZZA E DELLA COMPLESSITÀ DELLA VITA

Ragioniere, politico, amministratore, promotore di iniziative di solidarietà. E pure poeta. Antonio Pastorello, 62 anni il 12 dicembre, ama raccontare la realtà e le proprie emozioni esprimendosi in versi. Tra il cuore e l’orizzonte è la sua terza raccolta di poesie e segna la sua maturazione umana e culturale. La grande novità dell’ultima fatica letteraria del presidente del Consiglio provinciale, edita da “Arte Stampa” di Padova, è la significativa presenza dei colori, dei sentimenti e dei suoni che provengono da oltre oceano, dalla Repubblica Dominicana. Questo paese è diventato da alcuni anni la seconda patria di Pastorello, impegnato a sostenere i progetti di recupero ed integrazione dei bambini orfani ed abbandonati di una delle zone più povere di Santo Domingo, a metà strada tra Sabana Grande e la città di Monte Plata. La copertina del libro, realizzata da Milo Manara, rappresenta una donna dominicana con le mani sui fianchi, che indossa un semplice vestito bianco e un foulard in testa e guarda lontano, con aria preoccupata. Chissà cosa le riserverà il destino. L’autore celebra in Señor dal cuore grande la forza d’animo di Roberto Danese, fondatore del “Progetto Roberto”: Nel tuo cuore c’è sempre la luce / e ti metti in discussione per chi ha bisogno. / Señor ho incontrato il tuo cuore, / grazie per aver riscaldato il mio. La raccolta contiene anche un salto indietro nel tempo, al 1971, quando il 19enne Pastorello stava guidando la sua auto tra Noventa e Montagnana e riuscì a “soffiare” una bella ragazza ad un rivale hippie. La gioia per la conquista amorosa però durò poco. Il giorno successivo, i ragazzi dai capelli sgualciti / mi fanno assaporare le botte della vendetta. / E il sangue cancella il profumo dei tigli. Come ogni raccolta poetica di Pastorello, anche nel “Tra il cuore e l’orizzonte” non mancano episodi di vita quotidiana, a volte molto dolorosi, come il suicidio e la grave malattia di due amici, la morte di due persone molto stimate a Roveredo, Pio Castegnaro ed Antonio Pacchin; a volte invece irrompono momenti e sentimenti felici, come l’amore per la propria moglie e per i figli.

Il politico-poeta ha presentato il libro il 25 novembre scorso, al Teatro Nuovo di Verona. Lo hanno affiancato come moderatore Francesco Occhi, come cantante Davide Bendinelli, come interprete Paolo Valerio e come musicista Andrea Vantini. Il ricavato della vendita del libro andrà al “Progetto Roberto” e agli alluvionati sardi, tramite la Caritas.

(Paola Bosaro)