Fiaccolata

UCRAINA: SOLIDARIETÀ, TESTIMONIANZE, ECONOMIA

Si è svolta il mese scorso a Montagnana una fiaccolata per la pace. Qualsiasi aggettivo sarebbe riduttivo, ma vogliamo testimoniare di aver visto una folla commossa partecipare numerosa, contraddistinta dai colori dell’Ucraina: il blu e il giallo.

I colori della bandiera ucraina erano presenti anche nelle fiaccole che hanno reso l’atmosfera densa di riflessioni e di introspezione. Colori dal significato potente: il blu, eco del cielo, simboleggia la pace; il giallo, che appartiene alle terre della nazione, auspica e celebra la prosperità dei terreni e i campi di grano. In questa fredda serata di marzo, dunque, la partenza della fiaccolata ha avuto luogo dal sagrato del Duomo, al termine della celebrazione della Santa Messa.
L’iniziativa è partita dalle Parrocchie e dal Comune di Montagnana.

Si è trattato di una manifestazione silenziosa per testimoniare il deciso “No!” alla guerra.

La partenza ha dunque preso avvio dal Sagrato del Duomo con un breve corteo, per poi passare davanti al monumento ai Caduti sotto la Loggia del Municipio e tornare infine in Piazza Vittorio Emanuele per un momento di riflessione e di preghiera.
Anche il sindaco Gianpaolo Lovato non ha voluto mancare all’appuntamento. Molte le persone presenti che erano accomunate dal desiderio di pace e di fratellanza con i tanti profughi ucraini che
stanno arrivando nel nostro territorio e che hanno lasciato i loro parenti a combattere nel suolo natio per difendere la loro nazione.

Continua su AREA3news n129 di aprile 2022