Vinnatur a villa favorita 2016 un’edizione da incorniciare

Oltre 150 produttori di 7 diversi paesi, ognuno con una sua storia e un sogno comune: produrre vino naturalmente buono, con le persone e con l’ambiente.

Monticello Vinnatur_16 IMG_9164

Tre splendide giornate di sole hanno baciato la 13ª edizione del “Salone dei vini naturali” organizzato dall’Associazione viticoltori naturali ”VinNatur” e svoltosi dal 9 all’11 aprile nelle sale della storica villa Da Porto detta “la Favorita” a Sarego. è la più importante manifestazione di vini naturali in Europa. Riunisce viticoltori europei che hanno il comune obiettivo di condividere le tecniche e le esperienze per produrre vino in maniera naturale, sia in vigna che in cantina, e di divulgare la cultura del “terroir”. Ogni visitatore ha potuto incontrare e conoscere i produttori stessi, nonchè acquistare direttamente i vini in degustazione. La manifestazione nasce, quindi, come risultato naturale del crescente impegno per la diffusione di una nuova cultura del vino! «Poter gustare buoni vini e buon cibo godendosi il sole e il verde del parco che circonda la villa fa parte della magia di Villa Favorita – spiega Angiolino Maule, fondatore e Presidente di VinNatur – e ogni anno qui si crea un’atmosfera bellissima di convivialità, di condivisione, di scambio di esperienze fra i produttori e con i visitatori. Secondo noi è questa la vera dimensione del vino che, ricordiamolo, rimane un piacere della vita. Anche per chi, come noi vignaioli, ne ha fatto la propria vita». Quest’anno l’evento ha toccato il record di presenze arrivando a 4600 visitatori, registrando così un incremento del 20% rispetto al 2015, che a sua volta già era in crescita. Fra questi, i numeri relativi agli operatori del settore confermano le cifre dello scorso anno e mostrano ancora una volta il grande interesse della stampa, e soprattutto degli importatori stranieri di vini, per il salone. La tasting room è stata come sempre strumento di lavoro privilegiato e ha accolto nei tre giorni buyer e giornalisti di molte nazionalità, in particolare dai paesi scandinavi, da Belgio e Danimarca, USA, Giappone e Germania, e in crescita Canada e Australia; con le new entry Polonia e Repubblica Ceca. Angiolino Maule continua: «Per la nostra associazione questa edizione del salone è stata molto importante anche per un’altra ragione. Nel corso dell’assemblea dei soci è stato approvato il testo provvisorio del Disciplinare di produzione del vino naturale VinNatur, che contiene le linee guida riguardanti il metodo di produzione del vino secondo l’associazione, insieme ad una bozza del piano di controlli. Il tutto verrà approvato da un’assemblea straordinaria dei soci che si svolgerà nei prossimi mesi, e quindi divulgato. La scelta di definire in un documento le pratiche ammesse e non ammesse in vigneto e in cantina, e di prevedere tramite controlli il rispetto di quanto stabilito, è un passo che riteniamo fondamentale per dare il giusto valore e la giusta riconoscibilità al nostro impegno quotidiano nel praticare un’agricoltura rispettosa dell’ambiente e della salute nostra e di chi beve i nostri vini.

Monticello Vinnatur_16 IMG_9171Essere soci VinNatur significa produrre vini di qualità, secondo metodi naturali legati al territorio, senza forzature tecnologiche ovvero prendere ogni giorno decisioni coraggiose per procedere lungo la strada meno facile. Ma è questa la strada in cui crediamo. E l’obiettivo principale di questo disciplinare è quello di comunicare, con chiarezza e trasparenza, il nostro operato a chiunque acquisterà una bottiglia di vino naturale VinNatur».